16 FEBBRAIO ore 21.00 - MUOVERSI

MATRICOLA ZERO

TESTO DI: Marco Mattiazzo
REGIA: Leonardo Tosini
CON: Alice Centazzo, Marco Mattiazzo, Federico Chiara Serpe, Daniele Tessaro
DURATA: 80 minuti circa

È il viaggio dell’Uomo in forma di spettacolo teatrale, un’odissea autoironica, un collage tragicomico di storie vere – o quasi. Ha una struttura a quadri scanditi dalla velocità, dal ritmo, dal rumore dei mezzi di trasporto. Quelli di ieri: piedi – cavallo – bici – auto –treno – aereo – razzo. Quelli di oggi: tosaerba – ascensore – tapis roulant, metafora di un MUOVERSI che ha smesso di essere viaggio. Fa sorridere e riflettere, alternando con sapienza stili e linguaggi teatrali in un allestimento originale e fresco. Presentato nel 2017, in forma di studio, presso il Ridotto del Teatro Verdi di Padova, inserito nel progetto MaturAzione promosso dal Teatro Stabile del Veneto.


22 FEBBRAIO ore 21.00 - SOFIA FA LE COSE

STAND-UP
DI E CON: Sofia Gottardi
GENERE: comicità senza censure, adatto ad un pubblico adulto
DURATA: 60 minuti

Sofia fa le Cose è il secondo spettacolo comico della giovanissima Sofia Gottardi, vicentina, classe 1996. É un monologo vietato ai minori (tranne ai più ribelli, non lo diremo ai vostri genitori), in quanto il linguaggio non è censurato e gli argomenti sono scottanti, in stile anglosassone. Affronta in modo scanzonato e surreale temi come la difficoltà di essere donna in Italia, avventure sessuali finite male, il menarca, la paura di non essere amati. La volgarità non è gratuita, in quanto si vuole cercare di mettere in luce
e prendere in giro i nostri difetti, con sincerità.


24 FEBBRAIO ore 17.00 - POLLICINO ROCK (debutto)

Theama Teatro

TESTO: Anna Zago
CAST: Max Fazenda, Tommaso Zorzan
REGIA: Anna Zago
GENERE: Teatro per famiglie

Pollicino è un bambino un po’ basso di statura, ma tanto vivace e che adora giocare. A volte fa i capricci, si arrabbia, mette il broncio e risponde di no, ma poi basta poco per fargli tornare il sorriso. Affronterà mille avventure giocando insieme ai suoi fratelli e proverà così tante emozioni che imparerà presto a capire come fare per crescere e diventare grandi, anche in altezza!


2 MARZO ore 21.00 - ZA.GA.RA

VOCE: Sabrina Gagliano

Za.Ga.Ra è il profumato fiore d’arancio, simbolo dei sapori mediterranei.
Qui attinge le proprie sonorità con l’intento di mescolarle in un gioco di contaminazione tra jazz, ritmi latini, e musiche dal mondo. Un viaggio con dei musicisti professionisti affermati nella scena trentina. Un pianista d’eccezione Stefano Raffaelli, un contrabbassista da una ritmica creativa Giordano Grossi, un virtuosissimo clarinettista/sassofonista Fiorenzo Zeni e la leader Sabrina Gagliano, la cui vocalità calda ed intima, è capace di evocare sonorità esotiche dal ritmo e melodia avvolgenti. Con questo progetto hanno partecipato a diverse rassegne e festival, riscuotendo
ogni volta molto successo. Il repertorio include canzoni riarrangiate di
origine siciliane, messicane, brasiliane, cubane, argentine, etc.


9 MARZO ore 21.00 - 1 SU 6000

Teatro Della Caduta

DI: Marco Bianchini
LUCI: Fabio Bonfanti
SUONI: Gabriele Porqueddu, Maurizio Misiano
PROGETTO SCENOGRAFICO: Marzia Barbierato
CON IL SOSTEGNO DI: CampSirago Residenza, RadiceTimbrica Teatro, Botteg’art
DURATA: 1 ora e 10 circa

Villaverla, un piccolo comune di seimila abitanti del distretto n. 8, Alto Vicentino. Ad un certo punto uno dei seimila abitanti si rende conto che ci sono diverse cose in lui che lo rendono diverso rispetto a tutti gli altri. Le possibilità sono due: lasciare il paese, oppure trovare il modo di adattarsi. Quando ancora non hai raggiunto l’età per andartene di casa la scelta è obbligata, ma fino a che punto si può cambiare se stessi? E cosa succede quando si decide di smettere di adattarsi? 1/6000 è una mirabolante parabola drammaturgica che parte da ricordi ed esperienze personali per esplorare il tema della diversità con una varietà di situazioni ed emozioni mai vista prima.


15 MARZO ore 21.00 - GIURO NON È COME SEMBRA

DI E CON: Edoardo Confuorto
GENERE: comicità senza censure, adatto ad un pubblico adulto
DURATA: 60 minuti 

Fuggito finalmente dal ventre di sua madre nell’ottobre del 1984, Edoardo Confuorto si assicura un futuro da comico grazie al contrastato divorzio dei genitori. Attore (non pagato), improvvisatore (soprattutto con le forze dell’ordine), comico, nell’attesa di coronare il sogno della sua prima dittatura, la sua comicità tocca gli aspetti più contraddittori del vostro quotidiano e, mentre ridete, anche le vostre ragazze. Giuro non è come sembra è il suo secondo spettacolo scoprirete perché per ridere di qualcosa di solito devi prima averci pianto sopra. Ragazze, scimmie, muratori ed altri animali vi accompagneranno in questo viaggio in cui l’autore, anziché pagare uno psicologo, cerca di raccontare le stesse cose facendosi però pagare da voi.


30 MARZO ore 21.00 - UN CONIGLIO, SOLO

exvUoto teatro

CON: Andrea Dellai, Ermelinda Nasuto
REGIA: Tommaso Franchin

È un giorno speciale, anche se non sembra.
Un ragazzo è seduto al suo tavolo, in una stanza. Per terra ci sono delle uova, tantissime uova. Lui e noi aspettiamo.
Entra la Fata Madrina: cerca in tutti i modi
di convincerlo a festeggiare il suo compleanno.
Questa è la sua missione: farlo crescere. Ma lui, il Ragazzo, non vuole: non vuole crescere, non vuole spegnere quel le maledette candeline. Non vuole
festeggiare. Costringe la Fata a giocare con lui, ancora una volta, l’ultima. Il tiro alla fune continua. In questo primo studio dello spettacolo exvUoto teatro presenta un insieme di importanti tematiche già in parte sviluppate
alla prova scenica.


6 APRILE ore 21.00 - SEVILLA – JEREZ GRANADA “VIAJE FLAMENCO”

Fuente Flamenca

CANTA: Josè Salguero
CHITARRA: Alberto Rodriguez e Marco Perona
ARTISTA: Ivan Vargas

A chiudere il cerchio di viaggio nella cultura flamenca, il Teatro Spazio Bixio ospiterà Ivan Vargas, una bailaor che incarna la tradizione di Granada e delle famiglie del flamenco gitano più antico. Adrenalina allo stato puro!


01 DICEMBRE ore 21.00 - POEMA A FUMETTI

Teatro Stabile di Verona

 

DI: Dino Buzzati

CON: Paolo Valerio

MUSICHE: M° Antonio di Pofi

PIANOFORTE: Sabrina Reale

Videoproiezione delle immagini originali

In questa rilettura in chiave moderna del mito di Orfeo ed Euridice, Buzzati ci parla di se stesso, concentrando in 208 tavole a colori tutti i temi a lui più cari, a partire dall’eterno dialogo tra la vita e la morte.

Attraverso un raffinato gioco di citazioni e autocitazioni, l’omaggio ad artisti di ogni epoca, la contaminazione di generi, queste pagine svelano l’intero universo creativo di Dino Buzzati, i suoi riferimenti culturali, le fonti di ispirazione, le suggestioni infantili, gli interessi di adulto, il metodo di lavoro. Facendo di Poema a fumetti un libro che ne racchiude in sé molti altri, come solo i capolavori possono fare.


30 NOVEMBRE 2018 ore 21:00 - THE MOOCHERS Blues a scrocco

Recital musicale per chitarra voce e valigia in chiave di blues

VOCE Elena Imbrunito
CHITARRA E ARMONICA Stefano Presi

Un viaggio su binari senza stazione, un procedere genuino ed ingenuo tra vizi, virtù, storie, miti e leggende.